Bimba morta di malaria a Brescia. Colpa di una zanzara?

Bimba morta di malaria a Brescia. Colpa di una zanzara?

La foto della bimba con la sua famigliaUna bimba di 4 anni è morta all’ospedale di Brescia dove era stata ricoverata d’urgenza dopo aver contratto la malaria. La piccola Sofia era stata portata all’ospedale di Trento sabato scorso e da lunedì la bambina aveva avuto febbre alta. E’ il primo caso in 30 anni. La bambina era stata colpita da malaria cerebrale, la forma più grave della malattia.

Questo tipo aggressivo di morbo viene trasmesso dal Plamodium Falciparum, la specie più aggressiva di un protozoo parassita trasmesso dalla zanzara Anopheles. La morte, nei casi più gravi, può arrivare entro 24 ore. Ci si interroga sulla causa dell’infezione. La piccola e la sua famiglia infatti non erano stati all’estero e in Paesi a rischio e la zanzara che trasmette la malattia non risulta presente in Italia. E allora cosa può essere successo? La piccola può essere stata infettata da una zanzara giunta dall’estero in qualche bagaglio, ma questa ipotesi sembra alquanto inverosimile. L’unica cosa certa è che la malaria è diffusa prevalentemente nell’Africa Sub-sahariana, in Asia, in America centrale e del Sud.

Il caso di malaria ha scatenato la reazione della Lega sull’ondata migratoria incontrollata. “Che assicurazioni danno la presidenza del Consiglio e i ministri dell’Interno e della Salute che le orde di finti profughi che stanno invadendo l’Italia non stanno anche portando gravissime malattie?”. E’ la domanda posta dal responsabile leghista Sicurezza e immigrazione Tony Iwobi. Il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, ha chiesto una relazione all’assessorato alla Salute della Provincia autonoma di Trento e ha inviato un gruppo di esperti per accertare le modalità del contagio della bimba. Nel gruppo anche specialisti di malattie infettive e tropicali ed esperti dell’Istituto zooprofilattico. Va a finire che la Lorenzin renderà obbligatorio anche il vaccino per la malaria.

Fonte: Bimba morta di malaria a Brescia. Colpa di una zanzara?

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi