4 buoni motivi per non usare disgorganti chimici

Uno scarico intasato può costituire un problema così sgradevole da volerlo risolvere al più presto. Per questo spesso pensiamo alla soluzione più veloce per risolverlo: gettare nello scarico un disgorgante chimico. Si acquista ormai ovunque e promette una soluzione rapida ed indolore al tuo problema.

Purtroppo, però, sappiamo bene che la fretta non è mai una buona consigliera e in questo caso si capisce benissimo esaminando insieme quattro motivi per cui usare un disgorgante chimico non è una buona idea. Quella che potrebbe sembrare soluzione, in realtà può costituire essa stessa la radice di un problema più grave di quello che si vuole risolvere.

 

1) Le condutture possono rovinarsi

I prodotti chimici usati per comporre il disgorgante possono rovinare irrimediabilmente materiali come rame, l’acciaio zincato e il PVC.

 

2) I prodotti sono nocivi per l’ambiente

Non si devono spendere troppe parole per comprendere quanto gli acidi contenuti all’interno di un disgorgante chimico finiscano nei fiumi e nei mari con un danno enorme a flora e fauna che poi si riflette su un danno per tutta la comunità. 

 

3) Gli sgorganti chimici sono pericolosi

Questi prodotti per essere efficaci devono contenere sostanze corrosive ed aggressive, per occhi, pelle e vie respiratorie. Si è verificato più volte che la tubatura intasata per effetto del disgorgante “esploda” colpendo la persona che lo stava utilizzando con gravi danni per la salute.

 

4) Il risultato non è garantito

L’occlusione potrebbe essere profonda e il disgorgante può servire in modo limitato solo se l’ostruzione si trova nel sifone. Negli altri casi non ha praticamente alcun effetto.

 

Allora qual è l’alternativa all’uso di un disgorgante chimico? Autospurgo Roma, ditta specializzata negli spurghi di fognature nella Capitale, può aiutarti a comprendere quali sono le problematiche a cui potresti andare incontro utilizzando un disgorgante chimico nei vostri scarichi e rappresentare la soluzione anche negli ingorghi più complessi attraverso metodologie testate in tanti anni di esperienza nella Capitale. 

Dopo aver provato la soluzione rapida del metodo meccanico tradizionale, lo sturalavandini casalingo, che può essere a ventosa, a pompa o elettrico, il consiglio è quello di rivolgersi a professionisti. Una chiamata non costa molto e ti verranno fatte alcune domande per capire che tipo di soluzione richiede il tuo problema, anche con tentativi casalinghi.

Se questo non dovesse essere efficace, un addetto di Autospurgo Roma sarà sul posto per una soluzione senza pensieri del tuo problema senza danni alle tubature, alle persone e all’ambiente.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi