La rinascita dell’Albania, terra delle nuove opportunità

Quando si parla di Albania erroneamente si pensa ad un paese degradato, disastrato dalla guerra e indebolito dalla crisi e dalla povertà. In realtà le cose stanno diversamente, anzi è il caso di sfatare alcuni miti e di sradicare vecchi preconcetti e convinzioni. Oggi l'Albania è una terra che offre tante opportunità a livello lavorativo, ed infatti non è un caso che tanti italiani si stanno trasferendo qui. Le porte sono aperte a professionisti ed imprenditori, ma anche chi ha un livello di istruzione non elevato può vivere dignitosamente cogliendo al volo tutte le offerte lavorative, che soddisfano un elevato numero di richieste e di necessità.

Il lavoro stagionale è molto attivo, grazie soprattutto allo sviluppo del turismo e dell'agricoltura. L'Albania, grazie alle sue bellezze naturali ed ai prezzi decisamente economici, è una meta molto ambita nelle stagioni estive, quindi il settore turistico ha ricevuto un forte impulso dovuto anche ad una situazione geopolitica decisamente più stabile. Ogni anno le coste albanesi sono invase da turisti, quindi in questo ambito il lavoro è molto ricercato soprattutto nella ristorazione e nel settore alberghiero. Altri lavori stagionali si sviluppano nel campo dell'agricoltura, dove è richiesta una grande manodopera durante il periodo del raccolto. Molti ragazzi trovano quindi lavoro presso i ristoranti, i call center e gli alberghi, e pur non avendo salari altissimi possono comunque condurre un'esistenza più che dignitosa grazie ad un costo della vita molto basso.

Anche per gli imprenditori e per i professionisti ci sono diverse opportunità per rifarsi una vita, sfruttando delle condizioni decisamente favorevoli in Albania. Innanzitutto la burocrazia in terra albanese è nettamente più snella in Italia, tant'è vero che in un solo giorno è addirittura possibile anche aprire un'attività. L'aspetto più interessante riguarda però la pressione fiscale che in Albania si attesta al 10%, diversamente in Italia raggiunge addirittura il 64%. Questa situazione favorisce gli imprenditori, che possono muoversi più liberamente e fare anche maggiori investimenti senza la tassazione insostenibile presente in Italia. Così come i professionisti possono esercitare tranquillamente in Albania, godendo di una carico fiscale molto meno pressante.

Gli italiani che tagliano i ponti con l'Italia per trasferirsi definitivamente in Albania hanno un'età compresa tra i 25 ed i 50 anni, e sono prevalentemente del Nord. In quest'onda migratoria si è innestato anche il cosiddetto fenomeno degli albanesi di ritorno. Si tratta appunto di albanesi che tanti anni fa si sono trasferiti in Italia alla ricerca di una vita migliore. Dopo tanti anni però la situazione in Italia è diventata estremamente precaria da un punto di vista lavorativo, mentre l'Albania sta risorgendo richiamando i suoi "figli" che possono tornare in patria grazie ad una situazione economica più favorevole. Per chi intende trasferirsi in Albania è consigliabile affidarsi ad un traduttore italiano albanese per la traduzione dei documenti necessari.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi