Le allergie possono scatenare problemi di umore?

Tosse, starnuti, occhi appiccicosi e naso che cola ti stanno mettendo a dura prova? I tuoi amici attendono la primavera per andare nei parchi della tua città, mentre tu non puoi per le tue allergie stagionali? Tutto questo ti fa sentire giù di umore e, in effetti, un numero crescente di ricerche suggerisce che esiste un legame significativo tra allergie e problemi di umore.

Le allergie influiscono davvero sull'umore?

Diversi studi che coinvolgono dati di migliaia di persone in diversi paesi del mondo indicano fortemente un'associazione tra allergia e maggiore prevalenza di una varietà di problemi di umore, affaticamento e persino cambiamenti cognitivi.

  • In uno studio condotto su oltre 4.000 adulti in Germania, diversi problemi di umore erano il 50% più comuni in coloro che soffrivano di allergie.
  • In un altro studio, i ricercatori hanno scoperto che le persone che soffrivano di allergie stagionali all'ambrosia riferivano più affaticamento, incluso affaticamento mentale (ma non affaticamento fisico) e motivazione inferiore, oltre a sentimenti di maggiore tristezza e ridotto stato di piacere.
  • È stato anche riscontrato che chi soffre di allergie ha una maggiore sonnolenza e una maggiore percentuale di sonno profondo, ma nel complesso un tempo di sonno più breve rispetto alle persone non allergiche.
  • Un'analisi dei dati di oltre 3.500 individui ha rilevato che oltre l'80% di quelli con rinite da moderata a grave riportava attività compromesse.
  • Uno studio molto più piccolo ha scoperto che le allergie possono persino influenzare la funzione cognitiva, incluso l'apprendimento verbale, il processo decisionale e i tempi di reazione.

Inoltre, i sintomi delle allergie stagionali possono interferire con una buona qualità del sonno. Un naso chiuso, difficoltà respiratorie, prurito agli occhi e solletico alla gola possono rendere molto difficile ottenere un riposo adeguato, il che può portare a problemi di affaticamento, attenzione, concentrazione, produttività e umore. La mancanza di sonno può anche portare una persona a ritirarsi dalle attività sociali e ridurre l'attività fisica, creando un fastidioso ciclo di feedback che può peggiorare i problemi di umore.

Ma c'è una buona notizia! Infatti, se chi soffre di allergie si sottopone a un trattamento di desensibilizzazione, questa associazione con problemi di umore scompare. Uno studio afferma che, coloro che hanno completato con successo tale trattamento hanno avuto il 35% di probabilità in meno di avere problemi di umore rispetto a quelli con allergie che non hanno completato il trattamento di desensibilizzazione. Ciò potrebbe essere dovuto al fatto che le persone con meno problemi di umore hanno maggiori probabilità di portare a termine il trattamento, ma potrebbe anche essere che esiste un meccanismo condiviso alla base sia delle allergie che dei problemi di umore.

Perché le allergie influenzano l'umore?

Non è ancora del tutto chiaro perché o come le allergie e l'umore siano collegati. Ci possono essere una varietà di fattori coinvolti, tra cui:

  • Fattori ambientali.
  • Fattori sociali.
  • Infiammazione.
  • Genetica.
  • Dieta e stile di vita.

La spiegazione più probabile del motivo per cui le allergie influiscono sull'umore è un complesso mix di tutto quanto sopra. L'aria che respiriamo, il cibo che mangiamo, i livelli di esercizio fisico e di stress, l'esposizione a molteplici potenziali allergeni nelle nostre case (come la muffa) e i problemi genetici sottostanti possono tutti svolgere un ruolo contribuendo ai cambiamenti biochimici, che interessano il sistema nervoso centrale come risposta a reazioni allergiche.

Inoltre, è stato scoperto che le persone con rinite allergica stagionale avevano livelli aumentati di sostanze infiammatorie durante la stagione dei pollini, rispetto ai soggetti non allergici. Ci sono anche prove che le cellule del sistema immunitario chiamate cellule T-regolatrici e le citochine infiammatorie coinvolte nelle fasi iniziali delle risposte immunitarie allergiche possono anche influenzare i neurotrasmettitori e i neuroormoni coinvolti nella regolazione dell'umore e nella salute mentale.

Un piccolo studio ha studiato in modo specifico i legami tra sentimenti di ansia e umore depresso, infiammazione e salute ormonale e allergie durante e al di fuori della stagione dei pollini. Durante la stagione delle allergie, quelli con livelli aumentati di infiammazione legata alle allergie hanno anche avuto un aumento significativo dei punteggi su una misura di umore basso rispetto a quei punteggi al di fuori della stagione delle allergie e nei controlli non allergici. In particolare, quelli con punteggi aumentati avevano livelli più elevati di interleuchina-6 e cambiamenti nel rapporto di altre molecole infiammatorie nel corpo, tra cui l'interferone gamma e l'interleuchina-10.

Cosa puoi fare per gestire le allergie e l'umore

Se invece di respirare allegramente i freschi odori della primavera, vuoi solo nasconderti in casa sentendoti piuttosto dispiaciuto per te stesso, potresti soffrire degli effetti negativi delle allergie stagionali sull'umore. Questo non deve avvenire, però!

Adottando misure per alleviare e prevenire i sintomi di allergia stagionale e per sostenere l'equilibrio dell'umore, puoi anche goderti quei primi inebrianti giorni di primavera. Un modo per tenere sotto controllo le allergie è cercare di ridurre il carico complessivo di istamina, in modo che l'esposizione ai pollini non abbia lo stesso potenziale di scatenare i sintomi. Questo può significare affrontare problemi come muffa e umidità nella tua casa, ove possibile.

Puoi anche ridurre il carico di istamina evitando cibi ad alto contenuto di istamina e produttori di istamina. Questi includono formaggi stagionati, salsicce e altre carni, pesce (soprattutto tonno), frutti di mare, vino e alcune verdure fermentate, noci, agrumi, banane, pomodori, melanzane, funghi e altri. È anche importante conservare gli alimenti correttamente per ridurre il deterioramento (che aumenta il contenuto di istamina). Cerca di refrigerare o congelare pesce, carne, frutti di mare e formaggi e conservare gli altri alimenti in confezioni sottovuoto a una temperatura di 4 °C o inferiore.

Altri modi per sostenere la tua salute mentale durante la stagione delle allergie includono:

  • Tenere le finestre chiuse in casa e utilizzare un filtro dell'aria HEPA.
  • Cambiarsi i vestiti e fare la doccia quando si torna a casa dalle gite fuori porta.
  • Ridurre o eliminare l'alcol (l'alcol peggiora le allergie).
  • Rimanere idratato.
  • Cercare di dormire a sufficienza (usando un umidificatore se questo aiuta ad alleviare i sintomi di allergia).
  • Irrigazione nasale con acqua sterilizzata per eliminare gli allergeni dai seni paranasali.

Ci sono anche alcuni ottimi rimedi con integratori naturali che trovi in erboristeria per il supporto durante la stagione delle allergie. Ad esempio, la quercetina, un antiossidante bioflavonoide, può aiutare a stabilizzare i mastociti coinvolti nelle risposte allergiche. La ricerca suggerisce che la quercetina può ridurre il prurito e la lacrimazione agli occhi causati dalle allergie ai pollini.

I probiotici possono anche aiutare aumentando i livelli degli enzimi che scompongono l'istamina. Diversi ceppi di Lactobacillus hanno dimostrato, ad esempio, la capacità di ridurre il contenuto di istamina negli alimenti fermentati. Inoltre, la ricerca clinica ha scoperto che per gli adulti con raffreddore stagionale, le combinazioni di ceppi probiotici comuni diminuivano i sintomi e miglioravano la qualità della vita durante la stagione delle allergie.

E per quanto riguarda l'umore, utilizza prodotti in grado di offrire supporto per il sonno, la calma mentale e una più sana gestione dello stress. Ad esempio, utilizza erbe tradizionalmente conosciute per alleviare temporaneamente i sintomi dello stress mentale, fisico ed emotivo.

Rhodiola rosea, ashwagandha, ginseng siberiano e lavanda possono aiutare a ridurre i livelli dell'ormone dello stress cortisolo e della proteina C-reattiva (un marker di infiammazione). Queste erbe sono tradizionalmente utilizzate per aiutare a migliorare le prestazioni mentali e fisiche dopo periodi di sforzo e durante periodi di stress, sia fisico che mentale, rendendolo un complemento perfetto per le allergie stagionali stressanti e tutti i disagi che possono portare.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi